Assassin’s Creed III NUOVO VIDEOGIOCO

 

Cresce l’attesa per il nuovo videogioco della Ubisoft.

Nuovo trailer della Ubisoft in Italiano di Assassin’s Creed® III, dedicato alla storia di Connor. il videogioco devrebbe uscire il:

31 Ottobre 2012 (PS3, X360) – 22 Novembre 2012 (PC) – Da definire (Wii U)

Assassin’s Creed III è un nuovo videogioco che Ubisoft sta sviluppando dal gennaio del 2010.

 

La storia si svolgerà in un arco di tempo di 30 anni, dal 1753 al 1783, anni in cui ebbe luogo la Guerra di indipendenza americana, che vide lo scontro tra le 13 colonie americane e la Corona Inglese.

 

Sarà il quinto capitolo della serie originale di Assassin’s Creed che concluderà le avventure di Desmond Miles. Userà il motore grafico con tecnologia AnvilNext. Sarà disponibile dal 30 ottobre 2012 sulle piattaforme PlayStation 3 e Xbox 360 e dal 23 novembre 2012 per Microsoft Windows.

 

videogioco, nuovo, novità 

PES 2012 NUOVA EDIZIONE

Arriva la nuova edizione di PES2012 il famoso videogioco del calcio.

 


 

Per recuperare il gap con FIFA e riprendersi dalla crisi, l’anno scorso quelli di Konami avevano praticamente reinventato PES da capo apportando una serie di novità sostanziose. Con il 2012 invece si sono concentrati, giustamente, sul lavoro di rifinitura. 

Ciò significa che non troverete colpi di scena e fuochi d’artificio, ma un approfondimento più mirato e focalizzato di vari aspetti chiave. Per esempio, l’intelligenza artificiale ha subito una pompata: la difesa si muove con maggiore organizzazione e capita più spesso che gli attaccanti si lancino in verticale verso la porta, infilandosi tra le maglie delle retrovie avversarie o liberando spazi per le incursioni dei compagni (in compenso i giocatori sulle fasce soffrono ancora di timidezza). 

 

Grazie al set di animazioni ampliato e a una reattività più sveglia, i giocatori sgambettano per il campo con una certa consapevolezza di quello che succede loro intorno (intercettare una palla vagante, per esempio) e affrontano le situazioni di gioco con maggiore credibilità (i contrasti sono ancora un po’ macchinosi, ma girano meglio rispetto al 2011). 

C’è poi un plus che svela tutto il suo valore alla distanza: in occasione di una rimessa laterale, un calcio d’angolo o una punizione, puoi prendere il controllo di uno degli altri giocatori, lasciando l’esecuzione alla cpu che indirizza la palla automaticamente verso di te. Una variante tattica interessante. La cosa funziona anche in tempo reale: mentre stai avanzando con il tuo calciatore puoi selezionare al volo uno dei compagni con lo stick destro e farlo scattare nella direzione desiderata. Imparare a gestire questa dinamica si rivela utile in più di una circostanza. 

Aggiungiamo dei controlli più sensibili (anche perché qui il dribbling ha un peso considerevole), e la somma degli accorgimenti e dei perfezionamenti introdotti in PES2012 produce azioni fluide che scorrono con ritmo sostenuto e aggressivo. Un gran bel giocare. 

Un passo alla volta PES procede sulla sua strada, che non punta più alla simulazione da real thing ma piuttosto su un divertimento veloce, spettacolare e soddisfacente a ogni livello di abilità, da chi si limita ai tasti base a chi padroneggia le combinazioni più astruse. C’è ancora da fare per riacquistare l’eccellenza assoluta, ma stile e personalità ormai sono ben delineati. E ci piacciono.

Tratto da wired