FOTOCAMERE PER SENSAZIONI PROFONDE

Con l’aggiunta di sensori 3-D per i dispositivi mobili esistenti e il futuro consentirà giochi di realtà aumentata, palmare scansione 3-D, e una migliore fotografia.

 

E’ trascorso poco più di un decennio da quando le telecamere prima apparizione nei telefoni cellulari, rimangono una delle caratteristiche più utilizzate di dispositivi mobili, sostenendo le aziende selvaggiamente popolari e di valore come Instagram e Snapchat. Ora hardware che dà computer palmari 3D vision può aprire una nuova dimensione alle applicazioni di imaging, e attivare nuove modalità di utilizzo di questi dispositivi. Le prime applicazioni per cellulari che può esplorare il mondo in 3-D mostrano potenzialità di nuove forme di gioco, del commercio, e la fotografia.

fotocamer.jpg

La prima tecnologia profondità di rilevamento mobili per colpire il mercato è probabile che sia il sensore di Struttura, un accessorio per iPad di Apple che fornisce le funzionalità dei dispositivi simili a quelle del controller di gioco Kinect di Microsoft. Occipitale, l’azienda di San Francisco dietro il dispositivo, dice di iniziare a consegnare il suo prodotto nel mese di febbraio 2014. Una campagna Kickstarter per il dispositivo ha raccolto quasi $ 750.000, con più di un mese per l’esecuzione.

Occipitale ha sviluppato applicazioni che permettono alle persone di esaminare gli oggetti in 3-D con una passeggiata intorno a loro, e per la scansione di intere stanze. Una mostra come il sensore può consentire la realtà aumentata, dove immaginario virtuale è sovrapposta al mondo reale se visto attraverso un mirino. In tale applicazione, una persona che gioca a prendere con un gatto virtuale lanciando una palla virtuale che rimbalza realisticamente fuori oggetti del mondo reale (vedi video).

 

Jeff Powers , CEO e cofondatore di occipitale, dice che è attualmente focalizzata sul dare agli sviluppatori di software gli strumenti per venire con apps interessanti che usano 3 – D di rilevamento . Tra le persone interessate ad acquistare il sensore struttura , vi è un forte interesse nel gioco , e ad utilizzarla per la scansione di oggetti del mondo reale per aiutare copia o oggetti di design per essere in 3-D stampati. “Stiamo anche ricevendo un sacco di gente che chiede di usare questo per le misure di spazio , per sostituire il modo in cui le persone nel settore delle costruzioni che stanno facendo oggi”, dice Powers .

 

Il sensore Struttura funziona proiettando un modello screziata di luce infrarossa affaccia il mondo in modo che la sua telecamera a infrarossi può osservare come quel modello è distorto dagli oggetti cade . Tali dati sono utilizzati per ricostruire oggetti in 3- D . Questo processo si basa su un chip di occipitale compra da PrimeSense , con sede in Israele , il che rende l’hardware alla base di Kinect di Microsoft, e ha il suo sforzo per portare la profondità di rilevamento per i dispositivi mobili . Lo scorso gennaio , PrimeSense dimostrato un sensore 3 – D chiamato il piccolo abbastanza Capri per i portatili o tablet , Questo mese il produttore di chip per cellulari Qualcomm l’ha utilizzato per dimostrare di gioco di realtà aumentata su un tablet Android.

 Questo gioco utilizza il sensore di Capri per catturare la forma 3-D di un tavolo e tutti gli oggetti su di esso, e poi costruisce un mondo virtuale di guerra orchi, affioramenti rocciosi e torri su di essi. “Personaggi gioco possono navigare intorno, si scontrano in, e saltare su oggetti fisici”, dice Jay Wright, vice presidente del product management di Qualcomm. Una persona che gioca l’app può toccare sullo schermo del tablet di interagire con quel mondo, e camminare per il mondo reale per avere una prospettiva diversa su quello virtuale.

 

L’applicazione è stata attivata per l’aggiunta del supporto per il 3-D di rilevamento di software di Qualcomm Vuforia che aiuta gli sviluppatori di software mobile costruire applicazioni di realtà aumentata, una caratteristica che l’azienda chiama smart Terrain. Ma Wright prevede che i consumatori potranno finalmente utilizzare le applicazioni di profondità con capacità per più di giochi. Una persona potrebbe usare un app powered by smart Terrain di vedere una anteprima virtuale di un nuovo pezzo di arredamento nel suo soggiorno a scala reale, per esempio.

 

 

Qualcomm renderà intelligente Terreno disponibile per gli sviluppatori di app all’inizio del prossimo anno, ma Wright non sta offrendo qualche ipotesi su quando potrebbero apparire i dispositivi con rilevamento necessarie per usarlo la profondità. Tuttavia, Kartik Venkataraman, CTO e cofondatore di Pelican Imaging, una startup di Mountain View, California, dice che non sarà più di un paio di anni.

 

Società Venkataraman ha sviluppato un sensore telecamera di profondità -sensing che è la stessa dimensione come la maggior parte telecamere utilizzati in dispositivi mobili di oggi . “Abbiamo un progetto di riferimento e si parla per gli OEM di cellulari che hanno interesse a prendere questo al mercato su un telefono cellulare o dispositivo mobile di qualche tipo “, dice Venkataraman .

 

La tecnologia di pellicano utilizza un array di 16 minuscole telecamere per registrare il “campo luce” davanti ad un dispositivo di registrazione non solo il colore e la posizione di fasci di luce come una macchina fotografica 2 -D fa ma anche la direzione da cui provengono ( vedi “Light – Campo Fotografia ” ) . Un campo di luce può essere utilizzato per ricostruire immagini stereo di una scena per dedurre la profondità e sensore di Pelican in grado di catturare la forma di oggetti di alta precisione all’interno di circa 50 centimetri, dice Venkataraman .

 

Pelican sta occupando lo stesso tipo di realtà aumentata e gli usi oggetto di scansione come occipitale e Qualcomm . Tuttavia, con tali idee molto lontane da come le persone utilizzano i dispositivi mobili di oggi , il lavoro di Venkataraman sull’uso profondità di rilevamento per migliorare la fotografia mobile esistente potrebbe decollare prima .

 

” Instagram applica i filtri a tutta la scena , ma questo consente di applicare filtri per diversi strati della scena “, dice Venkataraman . “Che dà la possibilità di creare filtri molto più interessante. “

 

La dimostrazione app di Pelican può fare tutto in una foto di un nero lunatico e nero tranne per la persona nell’immagine , per esempio. La stessa applicazione può utilizzare i dati di profondità -sensing per tagliare con grande precisione le persone in un’immagine in modo che possano essere riposizionati o tagliati e incollati in un’altra scena .

 

NOVITA’ ITALIANA PER L’ECOMMERCE

La nuova tecnologia per l’E-commerce arriva dall’Italia, si chiama Ulook edè stata creata da tre ragazzi genovesi.

mi5Z1Am.jpgUlook permette di provare un vestito senza entrare nel camerino di un negozio, a semplicemente toccando lo schermo di un tablet.

L’idea è stata presentata a Genova duramte un incontro promosso da «Mind the Bridge Italy Tour 2012», fondazione nata per promuovere l’imprenditoria hi-tech dei giovani talenti.

La fondazione è diretta dal manager di Google Italia Marco Marinucci, genovese emigrato da dieci anni per lavoro nella Silicon Valley, che ha presentato, tra le altre, anche questa nuova possibilità offerta dal web.

L’idea – è stato spiegato – mira a rivoluzionare l’esperienza del cliente nel mercato dell’ecommerce, permettendogli di provare in tempo reale i capi disponibili a catalogo in modalità virtuale.

È possibile cioè provare il capo che si intende acquistare semplicemente facendo una sovrapposizione fra l’immagine del prodotto in catalogo (già inserito nel computer) e l’immagine del cliente le cui misure sono state riprodotte e «calcolate» attraverso una pellicola trasparente multimediale touch screen.

L’idea, e la conseguente tecnologia, è stata messa a punto da tre giovani laureati all’Università di Genova: Martina Vento, 28 anni, laureata in Relazioni internazionali; Elisabetta Migone, 32 anni, ingegnere meccanico; Davide Porcelli, 31 anni ingegnere delle telecomunicazioni, che aspira ad aggiudicarsi un posto quest’estate alla Startup School di Mind the Bridge a San Francisco. (Ansa)

OLIVETTI LANCIA IL NUOVO TABLET MADE IN ITALY

Olivetti lancia il nuovo tablet made in Italy, in realtà il nuovo OLIPAD3 sarà disponibile a partire dal 28 maggio. 

Olipad_01.jpgIl tablet Olipad Graphos è dotato di sistema operativo Android 4.0 di Google con processore da 1,0 GHz Nvidia Tegra 2, RAM da 1 GB e memoria di massa da 16 GB, con supporto per memory card fino a 32 GB. Ha un display multitouch LCD da 8” in formato 4:3 con tecnologia IPS, risoluzione HD di 1024 x 768 pixel, connettività 3G e WiFi e porta USB host con connettore standard.

Olipad Graphos utilizza uno speciale sensore che permette di scrivere, con l’apposita penna in dotazione, su tutta la superficie dello schermo e consente non solo di prendere appunti e compilare moduli ma anche di acquisire la firma cosiddetta “biometrica”(o grafometrica) di un cliente direttamente sul documento in formato digitale, con pieno valore legale di tale sottoscrizione.

La casa produttrice di Ivrea (TO) dichiara che l’Olipad 3 non sarà concorrente di Apple ma sarà rivolto ad un pubblico business.

La Olivetti, storico marchio piemontese, ora di proprietà di Telecom Italia punta alla vendita del pacchetto completo (device, applicazioni e servizi) per garantirsi la giusta marginalità e non entrare in concorrenza con il mercato tablet consumer.

http://www.olipad.it/

TABLET FLESSIBILI NOVITA’ SAMSUNG

La prossima rivoluzione dei computer potrebbe cambiare completamente i tablet come li conosciamo oggi. 

La multinazionale Samsung sta progettando i display del futuro. L’idea serebbe quella di creare schermi piatti totalmente trasparenti, basati sulla tecnologia AMOLED.

Nel video seguente pubblicato dalla divisione mobile della Samsung mostra il potenziale di queste tecnologie applicate a tablet e smartphone.

Il nuovo schermo della Samsung potrà essere arrotolato oppure anche piegato in due. Secondo leprevisioni della multinazionale sudcoreana i dispositivi di domani dovranno essere “flessibili”, in tutti i sensi.

 


A quanto sembra di capire dagli spot e dalle prime immagini il controllo di questi nuovi tablet avviene con la torsione dello chassis, non solo con il tocco, e l’effetto finale è amplificato dalla trasparenza totale che integra l’interfaccia nel mondo reale.

Sembra ormai certo che nel 2012 Samsung inizierà davvero a produrre in serie display trasparenti. Schermi che sfruttano solamente la luce ambientale come fonte di illuminazione e che riducono i consumi di un buon 90 per cento rispetto a quelli convenzionali.

Nel gennaio 2011, Samsung ha acquistato Liquivista, primo produttore di display con tecnologia di visualizzazione elettrowetting. L’acquisizione si è quindi rivelata strategica alla luce dei nuovi progetti della Samsung. Samsung ha recentemente superato Apple come vendite di smartphone top. Gli schermi flessibili non sono ancora dedicati al consumo di massa bisognerà vedere se incontreranno il favore del grande pubblico.

AMAZON LANCIA IL NUOVO TABLET

Amazon ha recentemente presentato la sua risposta al dominio del IPAD. Molto più economica!

Ai fedelissimi del Kindle è stata ieri presentata lo possibilità di mettere le mani su una soluzione touch con tecnologia E-ink (3G e non) a prezzi contenuti e inferiori a quelli della concorrenza (Sony e Barnes & Noble), 149 e 99 dollari.
Spesa contenuta anche per chi del tocco non sa che farsene Bezos, il CEO di Amazon, ha confermato che c’è molta domanda in questo senso, con il classico Kindle a 79 dollari e i modelli dotati di tastiera (3G e non) a 139 e 99 dollari.
Dispositivi per le tasche di tutti (senza pubblicità costano leggermente di più) e, soprattutto, di quanti ancora non si erano fatti tentare dalla lettura digitale che con funzioni come il nuovo X-Ray, sistema mediante il quale scaricare informazioni aggiuntive sul testo dalla Rete, diventa più appetibile.

Fire è la ciliegina sulla torta: Amazon farà ciò che ha fatto con gli ebook con tutti gli altri contenuti digitali. A 199 dollari, prezzo che tenterà anche i non appassionati di tecnologia, il tablet di Amazon promette di fare ottimamente il suo lavoro con il già avviato store dal quale acquistare libri, musica, giochi, applicazioni e video, uno dei (due) sistemi operativi più in voga – Android -, il trasferimento automatico e gratuito sulla nuvola dei contenuti, un browser (Silk) veloce, flash compatibile e pensato in modo specifico per contribuire alla causa e chicche come Whispersync, segnalibro funzionante anche per i video che ci ricorda su ogni dispositivo attraverso il quale fruiamo di un contenuto a che punto eravamo rimasti. Mancano, e secondo Amazon evidentemente non servono, fotocamere, microfono, Gps, memoria consistente e il 3G (e su questo qualche dubbio sorge, soprattutto in Italia dove il wi-fi è poco sviluppato). A decidere se in quel di Seattle hanno ragione saranno i consumatori.

Tratto da http://gadget.wired.it/news/mondo_computer/2011/09/29/amazon-kindle-low-cost-14702.html

IL TABLET DI AMAZON

Il nuovo tablet di Amazon per il momento è solo un “rumors” ma di quelli che difficilemente verranno smentiti. 

 

La battaglia sui tablet è aperta, se la Samsung cerca di battagliare sul fronte della qualità e della tecnologia contro il dominatore I-PAD, sembra che Amazon punterà ad un modello economico probabilmente derivato dal suo Kindle ma che potrà fare molte più cose oltre che ovviamente scaricare e leggere libri. Il sistema operativo sarà sicuramente Android.

Il prezzo di uscita del nuovo tablet di Amazon sembra essere di 299 dollari anche se il suo lancio sembra previsto per ottobre (negli USA).

Dopo l’abbandono di Steve Jobs alla guida della Apple i concorrenti sono sempre più intenzionati ad attaccare il predominio dell’azienda californiana nei tablet e negli smartphone.

STEVE JOBS L’ARTISTA DEL FUTURO

Steve Jobs è nato da padre siriano e madre americana il 24 febbraio 1955. Affidato appena nato ad altri genitori californiani perché probabilmente i genitori naturali non erano ancora pronti per avere un figlio. Diplomato ABBANDONO’ l’università per iniziare a lavorare all’Atari.

Steve_Jobs_Headshot_2010-CROP.jpg

 

 

 

Il suo più grande pregio è quello di “vedere il futuro” della tecnologia prima di tutti. Fu così quanado insieme al suo amico Steve Wozniak se ne andò dalla Atari e fondò la Apple nel garages dei genitori.

 

 

Apple_I.jpg

 

Nel 1977 Jobs e Wozniak lanciarono il primo personal computer destinato a conoscere una diffusione di massa: l’Apple II. Le vendite toccarono il milione di dollari.

Da allora Steve Jobs e la Apple hanno rivoluzionato il mondo dei computer e della tecnologia inventando il primo sistema operativo a icone e finestre, l’Apple Macintosh.

Venne poi la volta della distribuzione della musica distribuita in digitale, nel 2001 vennero lanciati sul mercato l’I-Pod e I-Tunes.

Attualmente l’iPod è il lettore multimediale più venduto al mondo, con una quota di mercato superiore all’80%, mentre iTunes Store è il “mercato” digitale più usato al mondo, con 10 miliardi di brani venduti.

 Poi viene la storia recentissima, con il fenomeno I-Phone che dal 2007 viene commercializzato da Apple. L’I-Phone ha profondamente cambiato il mondo dei telefoni cellulari inventando lo smartphone. I-Phone funziona con un solo tasto, attraverso un touchscreen e prevede anche le funzioni di navigazione su Internet tramite Wi-Fi (come un computer notebook), fotocamera, lettore di file multimediali (audio, video, immagini).  

Il 27 gennaio 2010, Steve Jobs, alla conferenza Apple allo Yerba Buena Center for the Arts Theater di San Francisco, dopo una attesa reclamata a più voci da fan e media, presenta il tablet targato Apple, I-Pad. Alla base raccoglie il successo dell’iPhone, di nuovo introduce l’iBookstore, piazzando l’iPad come gestore e visualizzatore di libri e contenuti cartacei. Non importa se adesso sembra che ci sia un’antenato dell’I-Pad addirittura del 1968, Steve Jobs l’ha prodotto in serie e l’ha venduto a milioni di persone.

 Il 24 agosto 2011 Steve Jobs, l’artista del futuro, si dimette per problemi di salute e lascia il suo incarico di amministratore delegato di Apple annunciando di volere chiedere al Consiglio di Amministrazione di nominarlo presidente e raccomanda la conferma Tim Cook come suo successore e nuovo CEO di Apple.

Oggi la Apple è la società con più valore di capitalizzazione in borsa. Ma non è per il valore economico che il marchio della “mela morsicata” viene riconosciuto in tutto il mondo. La Apple è famosa per il design che contraddistingue tutti i suoi prodotti dal piccolo I-Pod al tablet.

Steve Jobs è famoso per essere un artista, con luci ed ombre nella sua storia. Come molti artisti sa guardare avanti e concretizzare le sue idee. Più di altri Steve Jobs sa portare il futuro alla portata di tutti.

 

L’ANTENATO DELL’ I-PAD

E’ stato trovato l’antenato dell’I-Pad e di tutti i tablet che oggi vanno tanto di moda. Stanley Kubric L’aveva già scoperto e messo nel film capolavoro “2001 Odissea nello Spazio” nel 1968…

Adesso sembra che la Samsung voglia usare il film come prova nella causa contro Apple. L’azienda di Jobs infatti accusa la Samsung di aver copiato il suo tablet.

 Troppo simile il Galaxy Tab all’I-Pad, vedremo se i giudici accetteranno la prova!