INTERNET VELOCE E’ ITALIANO

Per una volta l’Italia ha un primato di tecnologia di internet. Il record mondiale di velocità di internet è italiano: più di mille gigabit al secondo !!!

Il record è stato ottenuto da una partnership tra l’Ericsson e l’stituto di Tecnologie della Comunicazione dell’Informazione e della Percezione (TeCIP) della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

internet,velocità,rete,tecnologie,recordNelle scorse settimane i ricercatori avevano dimostrato, primi al mondo, che gli apparati di ultima generazione, progettati e realizzati a Pisa per funzionare fino a 448 Gigabit al secondo per canale, possono essere impiegati nei sistemi installati e coesistere con il traffico reale.

La sperimentazione è stata condotta in una porzione di rete spagnola, messa a disposizione dal gestore Telefonica, tra le città di Granada e Jaen, grazie ad apparati commerciali di Ericsson insieme ai prototipi realizzati a Pisa.

I dati sono stati trasmessi con successo per una distanza di circa 300 chilometri. Ma nei laboratori di Pisa il record mondiale di velocità di 448 Gigabit al secondo per canale è stato superato di nuovo, portando la velocità di trasmissione a più di 1000 gigabit e introducendo una innovativa tecnologia di elaborazione dei segnali e di codifica.

I vantaggi della rete internet superveloce saranno significativi: essa permetterà di incrementare il numero di utenti, con riduzione dei costi, e di offrire una velocità di connessione superiore. Con il sistema progettato dai ricercatori di Pisa, sviluppato da Ericsson e che è stato utilizzato in Spagna sulla rete di Telefonica, in appena un secondo e su un unico canale è stato possibile trasmettere l’equivalente di oltre 300 film in alta definizione, 30mila film in qualità standard, gestire 500mila collegamenti Adsl a 20 megabit oppure 120 milioni di videochiamate o due miliardi di telefonate standard.

LA TELEVISIONE DI YOUTUBE

Youtube, il famosissimo sito internet di video, vuole iniziare una nuova avventura. Creando dei canali tematici con protagonisti star della televisione, della canzone Pop e artisti.

Fino ad oggi Youtube era contraddistinto e si reggeva sulla partecipazione degli utenti che caricavano i loro filmati e i video, attraverso un fenomeno creato dal web 2.0: il crowdsourcing.

Da quando perà Google ha acquistato Youtube, sta cercando di elevare il livello dei contenuti. Il tentativo sembra essere quello di creare una vera e propria televisione on line composta da diversi canali tematici.

Secondo il Wall Street Journal dovrebbero essere un centinaio i canali che Google avrebbe deciso di creare attraverso accordi con diverse società media e di Hollywood. Ma il grande annuncio è quello del coinvolgimento nel progetto di grandi star: Madonna avrà un suo spazio per lezioni di danza. Parteciperanno all’iniziativa anche stelle dello sport come Shaquille O’Neal: sarà impegnato in uno show di intrattenimento. E ancora: musica, istruzione, scienze, natura, salute.

 Ovviamente il tutto dovrebbe avere, nelle intenzioni di Google, un grande ritorno economico attraverso la piattaforma di pubblicità su internet AdWord. 

Il problema, soprattutto in Italia, rimane sempre la larghezza di banda che solo a pochi eletti permette di vedere un video senza fastidiose interruzioni.

 

http://tecnologia-computer.myblog.it

I RAGAZZI DEL COMPUTER, programmati per uccidere

I RAGAZZI DEL COMPUTER

I ragazzi del computer è una serie televisiva dei primi anni ’80 di 18 puntate prodotta e realizzata dalla CBS negliStati Uniti il cui titolo originale è The Whiz Kids. Conosciuta in Italia anche con il nome di 4 ragazzi X 1 computer ha avuto un ottimo successo, anche in considerazione del crescente interesse ai computer ed alle reti telematiche che caratterizzarono gli anni ’80. La serie è chiaramente ispirata al cult movie Wargames – Giochi di guerra.(tratto da wikipedia)

 Un salto nel passato, ” I ragazzi del computer ” è stato il primo telefilm a mostrare alla mia generazione il mondo di internet. Quando qui in Italia ancora usavamo i Commodore 64 con cui “parlavamo” in BASIC e il massimo della programmazione era far muovere unapallina sullo schermo (ovviamente in bianco e nero!)

Puntata: PROGRAMMATI PER UCCIDERE Parte prima

 

 

Parte seconda

 

 

 

 

 

 

Parte terza

 

 

 

 

 

Parte quarta

 

 

 

 

 

Parte quinta

 

 

Chi se lo ricorda questo telefilm che andava  in onda negli anni ottanta?

L’archeologia della tecnologia dei computer!

I RAGAZZI DEL COMPUTER

Un salto nel passato, ” I ragazzi del computer ” è stato il primo telefilm a mostrare alla mia generazione il mondo di internet. Quando qui in Italia ancora usavamo i Commodore 64 con cui “parlavamo” in BASIC e il massimo della programmazione era far muovere unapallina sullo schermo (ovviamente in bianco e nero!)

 

Chi se lo ricorda questo telefilm che andava  in onda negli anni ottanta?

L’archeologia della tecnologia dei computer!

GOOGLE+ AIUTA GOOGLE?

GOOGLE+ AIUTA GOOGLE? Sembrerebbe proprio di si.

Googleplexwelcomesign By Coolcaesar (Googleplexwelcomesign.jpg) [GFDL], via Wikimedia Commons

Il celebre motore di ricerca californiano utilizzerebbe i click sui nuovi pulsanti +1 nella determinazione delle ricerche online.

Il collegamento è fatto attraverso il social network di BigG Google+ che, ancora in fase sperimentale, ha già superato i 25milioni di utenti. Il pulsante +1 infatti funzionerebbe come il “mi piace” di Facebook e verrebbe utilizzato da Google come segnale di gradimento verso un determinato sito internet.

In effetti è da molti anni che Google lavora per migliorare la qualità complessiva delle sue ricerche, e il +1 sarà solo uno delle centinaia di indicatori che verranno utilizzati per valutare un sito.

Da un’indagine condotta da una compagnia leader nel settore Seo come Conductor. Tre settimane fa, ben prima che la notizia alla base di questo articolo venisse rilasciata dai piani alti di Google, la ricerca condotta da Conductor rivelava che, tendenzialmente, i primi 5 risultati di ricerca sono anche quelli che hanno un maggior numero di click +1 (ma anche di Like su Facebook).

FACEBOOK VALE 66 MILIARDI DI DOLLARI

Il valore di Facebook sarebbe di 66 miliardi di dollari. Ovviamente questa è solo una stima fatta in occasione della cessione, da parte di Interpublic Group, dello 0,2% della società per un controvalore in dollari di 133 milioni.

MarkZuckerberg.jpgL’aquirente delle quote di Facebook è rimasto anonimo.

La valutazione di Facebook è aumentata di cinque volte negli ultimi 2 anni, oggi il social network vanta 750 MILIONI di iscritti e secondo molte voci potrebbe quotarsi in borsa dal prossimo anno.