Assassin’s Creed III NUOVO VIDEOGIOCO

 

Cresce l’attesa per il nuovo videogioco della Ubisoft.

Nuovo trailer della Ubisoft in Italiano di Assassin’s Creed® III, dedicato alla storia di Connor. il videogioco devrebbe uscire il:

31 Ottobre 2012 (PS3, X360) – 22 Novembre 2012 (PC) – Da definire (Wii U)

Assassin’s Creed III è un nuovo videogioco che Ubisoft sta sviluppando dal gennaio del 2010.

 

La storia si svolgerà in un arco di tempo di 30 anni, dal 1753 al 1783, anni in cui ebbe luogo la Guerra di indipendenza americana, che vide lo scontro tra le 13 colonie americane e la Corona Inglese.

 

Sarà il quinto capitolo della serie originale di Assassin’s Creed che concluderà le avventure di Desmond Miles. Userà il motore grafico con tecnologia AnvilNext. Sarà disponibile dal 30 ottobre 2012 sulle piattaforme PlayStation 3 e Xbox 360 e dal 23 novembre 2012 per Microsoft Windows.

 

videogioco, nuovo, novità 

ANTICHAMBER IL VIDEOGIOCO

Antichamber è un innovativo videogioco con una grafica astratta e minimalista.

Dopo i videogiochi sparatutto siamo ad una nuova frontiera in questo mondo che non sembra sentire la crisi economica: i videogiochi psicologici!

Sviluppato dal programmatore, Alexander Bruce, Antichamber dovrebbe essere distribuito a metà del 2012 e viene presentato come un innovativo gioco che potrebbe raggiungere i fasti del suo ben più famoso predecessore TETRIS.

Antichamber sarà un puzzle game con una visuale soggettiva, una grafica che sembra ispirarsi alle geometrie dei disegni di Escher.

Proprio il suo sviluppatore Alexander Bruce definisce il videogioco “spazi che seguono regole non familiari, ostacoli che sono solo una questione di percezione e profondità non Euclidee”. Non resta che aspettare l’uscita ufficiale di questo nuovo videogioco per scoprire tutte le sue potenzialità.

SLAM IL NUOVO GIOCO DI YOUTUBE

Finalmente l’integrazione tra Youtube e Google fa vedere qualche frutto.

YouTube ha annunciato ufficialmente l’uscita di Slam, un gioco che consente agli utenti di esprimere un voto per uno dei due video che si sfidano.

YouTube Slam2

L’idea è un esperimento di “video scoperta” nel tentativo di aiutare gli spettatori a trovare le perle nascoste all’interno di Youtube.

Originariamente, il gioco aveva una sola categoria, i video musicali. Questi video sono selezionati meccanicamente da Google attraverso una tecnologia di analisi acustica e visiva che cerca di prevedere se l’ascoltatore medio desidera una performance.

La stessa tecnologia viene applicata ora ad altri tipi di confronti, con l’aggiunta di nuove categorie: commedia, divertente, bizzarro e danza.

Si può giocare anche in questo momento cliccando sul link fonte qui e poi votare il video dalla categoria selezionata. 

I VIDEOGIOCHI SBANCANO LA BORSA

Un vero record quello della quotazione in borsa della società americana ZYNGA, specializzata nella produzione di videogiochi per social network e internet.

La tecnologia e il successo di Zynga sono legati a Facebook, sono infatti 220 milioni gli utenti che ogni Logo_Zynga.pngmese accedono ai videogame attraverso il famoso social network

Il videogioco più conosciuto è sicuramente Farmvilledove ogni giorno i giocatori spendono circa tre milioni di dollari nelle applicazioni di Zynga. Per esempio, su FarmVille possono acquistare alberi in cambio di una moneta digitale, i Facebook credits, acquistati attraverso carte di credito o con il cellulare.

Zynga è stata fondata nel Giugno 2007. Il successo economico dell’azienda è anche dovuto all’inserimento nei giochi di pubblicità che permette di raggiungere grandi quantità di pubblico.

 Nel 2011 altre 2 importanti società del web si sono quotate in borsa, Linkedin e Groupon, ma Zynga sembra aver superato addirittura il “mostro sacro” Google nelle preferenze degli investitori.

PES 2012 NUOVA EDIZIONE

Arriva la nuova edizione di PES2012 il famoso videogioco del calcio.

 


 

Per recuperare il gap con FIFA e riprendersi dalla crisi, l’anno scorso quelli di Konami avevano praticamente reinventato PES da capo apportando una serie di novità sostanziose. Con il 2012 invece si sono concentrati, giustamente, sul lavoro di rifinitura. 

Ciò significa che non troverete colpi di scena e fuochi d’artificio, ma un approfondimento più mirato e focalizzato di vari aspetti chiave. Per esempio, l’intelligenza artificiale ha subito una pompata: la difesa si muove con maggiore organizzazione e capita più spesso che gli attaccanti si lancino in verticale verso la porta, infilandosi tra le maglie delle retrovie avversarie o liberando spazi per le incursioni dei compagni (in compenso i giocatori sulle fasce soffrono ancora di timidezza). 

 

Grazie al set di animazioni ampliato e a una reattività più sveglia, i giocatori sgambettano per il campo con una certa consapevolezza di quello che succede loro intorno (intercettare una palla vagante, per esempio) e affrontano le situazioni di gioco con maggiore credibilità (i contrasti sono ancora un po’ macchinosi, ma girano meglio rispetto al 2011). 

C’è poi un plus che svela tutto il suo valore alla distanza: in occasione di una rimessa laterale, un calcio d’angolo o una punizione, puoi prendere il controllo di uno degli altri giocatori, lasciando l’esecuzione alla cpu che indirizza la palla automaticamente verso di te. Una variante tattica interessante. La cosa funziona anche in tempo reale: mentre stai avanzando con il tuo calciatore puoi selezionare al volo uno dei compagni con lo stick destro e farlo scattare nella direzione desiderata. Imparare a gestire questa dinamica si rivela utile in più di una circostanza. 

Aggiungiamo dei controlli più sensibili (anche perché qui il dribbling ha un peso considerevole), e la somma degli accorgimenti e dei perfezionamenti introdotti in PES2012 produce azioni fluide che scorrono con ritmo sostenuto e aggressivo. Un gran bel giocare. 

Un passo alla volta PES procede sulla sua strada, che non punta più alla simulazione da real thing ma piuttosto su un divertimento veloce, spettacolare e soddisfacente a ogni livello di abilità, da chi si limita ai tasti base a chi padroneggia le combinazioni più astruse. C’è ancora da fare per riacquistare l’eccellenza assoluta, ma stile e personalità ormai sono ben delineati. E ci piacciono.

Tratto da wired

VIDEOGIOCHI E 11 SETTEMBRE

Una cosa è certa: moltissimi di noi hanno qualcosa in comune. Dieci anni fa, tutti, eravamo incollati ai televisori. Ovunque fossimo e soprattutto qualunque direzione la nostra vita stesse prendendo, l’11 Settembre 2001 ci siamo fermati. Il mondo si è fermato.
Firefigher_Smoke_World_Trade_Center_New_York_City_9_2001.jpg
Personalmente ero all’università, stavo studiando: qualcuno dei miei colleghi/amici era dentro un’aula a sostenere un esame. La voce degli attacchi al World Trade Center rimbalzò di bocca in bocca alla velocità di un compito di esame trafugato dal professore; in pochi minuti tutti gli studenti che erano presenti in biblioteca stavano entrando nell’unico posto dove era presente un televisore. Sguardi attoniti, colli all’insù come le tartarughe, un silenzio irreale.

Sono passati dieci anni, “una vita”, o quasi da quel momento sconvolgente e mentre il mondo si è stretto intorno agli Stati Uniti d’America e al loro cordoglio, celebrazioni di ogni tipo hanno avuto luogo in tutte le nazioni dell’occidente. Sebbene io sia molto distaccato e anche un po’ critico di fronte a questa immensa tragedia (semplicemente perché non mi piace che ai morti siano dati due pesi differenti… ), non posso certo pensare che il mondo sia lo stesso rispetto al 10 Settembre 2001. Il crollo delle Torri Gemelle ha lasciato un segno indelebile sulla cultura e sulla politica mondiale, nonché sull’arte e sull’entertainment. Videogiochi compresi.

E allora, a dieci anni dal più grande attentato terroristico della storia dell’umanità, come sono stati cambiati i videogiochi in occasione dell’11 Settembre 2001? Cosa è successo di importante nei prodotti di pixel che tanto amiamo?

Innanzitutto Grand Theft Auto III fu ritardato di qualche mese e arrivò nei negozi nell’Ottobre 2001 per permettere al team di Rockstar di operare alcuni cambiamenti dell’ultimo minuto. Come tutti sapete la città che ospita le gesta dei protagonisti di GTA è Liberty City, cioè una città virtuale “basata” sulle fattezze di New York. Le auto della polizia cambiarono dal design blu e bianco stile NYPD a quello bianco e nero stile LAPD. Un personaggio fu interamente tagliato: si trattava di Darkel, la cui missione consisteva nel rubare un camioncino di gelati per attirare dei civili per poi farlo esplodere. Il tutto fu rimosso dalla versione finale, così come alcuni cheat code che permettevano di inserire vecchietti e bambini come passanti.

Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty, fu comunque rilasciato a Novembre 2001 nonostante la trama parlava proprio di un attacco terroristico a New York City. Non fu tagliata la scena in cui un enorme astronave collassa sulla Federal Hall; invece non superò la prova sensibilità un’altra parte del gioco in cui l’Arsenal Gear distruggeva la statua della libertà e mezza Manhattan. Questo materiale, insieme ad alcuni stralci filmati delle Twin Towers appartenenti alla fine del gioco, furono rimossi.

Nell’edizione del 2002 del suo famoso simulatore di volo, Flight Simulator, Microsoft ha rimosso l’intero World Trade Center, ovviamente. Meno ovvia invece la rimozione dei “crash damages” dal gioco: questo ha significato che portando un aereo a sbattere su un palazzo, non ci sarebbero state conseguenze visibili per quest’ultimo.

Il gioco, pubblicato nel 2000, Command & Conquer: Red Alert 2, cambio box art dopo gli attacchi alle Twin Towers. All’interno dell’originale, sullo sfondo, c’era un esplosione a New York City e si vedevano le Twin Towers bruciare (per chi non lo sapesse la trama immagina un’invasione sovietica agli stati uniti). Nella versione rilasciata ai negozi dopo l’11 / 9, invece, in questo sfondo, c’era un esplosione atomica. Inoltre l’espansione del titolo “Yuri’s Revenge” fu rilasciata mesi dopo la data di uscita prevista.

Il gioco Propeller Arena per Dreamcast fu addirittura cancellato. Si trattava di un simulatore di volo arcade che aveva come cieli di battaglia quelli di alcune città pieni di grattacieli.
Nel titolo per Playstation 2 Shinobi fu rimossa una scena abbastanza innocua: il protagonista, lanciandosi da un elicottero, finiva su un grattacielo e conficcava la sua spada su di esso, rallentando la propria caduta. Alla fine della stessa il grattacielo si divideva in due.

Nel gioco per Playstation 2 Spider Man 2: Enter Electro, il combattimento finale doveva svolgersi proprio sopra al World Trade Center. L’ambientazione fu modificata in un grattacielo non meglio specificato. Inoltre lo skyline di New York fu oscurato da una nuvola, così da evitare di far vedere il profilo delle Twin Towers.


Ovviamente tantissimi altri cambiamenti che non ho elencato sono rimasti sotto pelle di tutto il movimento videoludico. Essendo gli americani i principali produttori al mondo di giochi elettronici, è probabile che tantissimi titoli abbiano richiami di un certo tipo all’11 Settembre. Ho addirittura letto su JoystickDivision che l’intero videogame Gears of War rappresenta metaforicamente la tragedia americana.

Inoltre qualcuno, nel mondo dei videogiochi, è stato anche così insensibile da sfruttare quella tragedia a proprio vantaggio. Nel video che vedete in apertura si parla di una software house che ha rilasciato sul proprio sito due semplicistici giochi dove si ricorda, in modo non proprio “politically correct”, l’11 Settembre.

Ma questa e altre rappresentazioni del giorno che ha cambiato l’umanità non possono che essere parte della sensibilità, interiore, di tutti coloro che hanno guardato quel giorno le torri a mento in sù, mentre il loro presente gli stava crollando addosso.

A dieci anni io, un italiano, non posso far altro che rendere omaggio, a modo mio, alle vittime e ai familiari di questa tragedia. Cercando con un post che parla di tutt’altro di non dimenticare.

L’uomo è la sua memoria. 

[fonte: http://www.freeonline.org/speciali/giochi-dopo-11.html  Wikipedia – List of Audiovisual entertainment affected by The September 11 Attacks]