Assassin’s Creed III NUOVO VIDEOGIOCO

 

Cresce l’attesa per il nuovo videogioco della Ubisoft.

Nuovo trailer della Ubisoft in Italiano di Assassin’s Creed® III, dedicato alla storia di Connor. il videogioco devrebbe uscire il:

31 Ottobre 2012 (PS3, X360) – 22 Novembre 2012 (PC) – Da definire (Wii U)

Assassin’s Creed III è un nuovo videogioco che Ubisoft sta sviluppando dal gennaio del 2010.

 

La storia si svolgerà in un arco di tempo di 30 anni, dal 1753 al 1783, anni in cui ebbe luogo la Guerra di indipendenza americana, che vide lo scontro tra le 13 colonie americane e la Corona Inglese.

 

Sarà il quinto capitolo della serie originale di Assassin’s Creed che concluderà le avventure di Desmond Miles. Userà il motore grafico con tecnologia AnvilNext. Sarà disponibile dal 30 ottobre 2012 sulle piattaforme PlayStation 3 e Xbox 360 e dal 23 novembre 2012 per Microsoft Windows.

 

videogioco, nuovo, novità 

SESSO E INTERNET

Secondo Maurizio Bini, sessuologo e direttore del Centro riproduzione e dell’Osservatorio nazionale sull’identità di genere all’Ospedale Niguarda di Milano, il sesso su internet spopola tra gli adolescenti.

coppia, tecnologia, sesso, adolescenti.Il 74% dei maschi e il 37% delle femmine si connette al web per farlo, vederlo, cercare informazioni o addirittura un partner.

Secondo gli specialisti, “emergono prepotentemente fenomeni come il sexting, un neologismo che indica l’invio di immagini sessualmente esplicite o di testi inerenti al sesso attraverso i mezzi informatici”.Si tratta di “una pratica che segue un suo rituale ben preciso: il fotografarsi nudi o in pose provocanti, il farlo ovviamente di nascosto dai genitori, l’inviare le immagini per mms o e-mail”, spiega Bini. “Secondo una recente indagine, il 20% degli adolescenti ha inviato queste immagini e il 40% le ha ricevute. Il che significa che non esiste solo il sexting attivo, ma anche quello passivo, non voluto, ma ugualmente rischioso per lo sviluppo dell’identità sessuale del giovane.

Inoltre, il 25% degli adolescenti che pratica sexting invia le proprie immagini non solo al partner o all’amico o amica in cui ripone piena fiducia, ma a più persone”.

Il problema maggiore è quindi a chi vengono inviate queste immagini. La tecnologia oggi fa sembrare tutto a portata di mano ma spesso si sottovalutano i rischi per la sicurezza dei più giovani che la diffusione di queste immagini comporta.

APPLE I-PHONE 5, LA GRANDE NOVITA’

Finalmente è stato presentato! Il fenomeno commerciale dell’anno, I-PHONE 5 il nuovo smartphone della APPLE è in vendita in tutto il mondo, in Italia dovremmo aspettare ancora qualche giorno.

Di fenomeno reale si tratta, se gli analisti di JP Morgan si attendono dalle vendite di I-PHONE5 un aumento del PIL dello 0,5%.

Le novità dell’IPHONE5 a mio modesto parere (e non solo mio) non sembrano così rivoluzionarie, ma vi posto un video che spiega in maniera molto ironica come sono state ideate le novità.

Le grandi novità dell’IPHONE5 sono però rivolte soprattutto al mercato cinese, quello con le più grandi aspettative di crescita nei prossimi anni, iPhone 5 è infatti compatibile con il sistema LTE a banda larga del più grande operatore locale, China Mobile (incompatibile con le precedenti generazioni di iPhone).

 In Italia dovremmo attendere fino al 28 settembre 2012 per acquistare il nuovo status simbol della APPLE, ma nel resto del mondo è già record di vendite. se per il lancio dell’iPhone 4S ad Apple furono necessarie 22 ore prima di fare il tutto esaurito, per l’iPhone 5 presentato mercoledì scorso sono bastati sessanta minuti. 

Molti hanno definito le novità dell’Iphone5 “noiose” (l’edizione di Wired americana), a noi non ciresta che aspettare il 28 settembre, ma nel frattempo possiamo divertirci guardando la parodia che vi ho postato.

INTERNET VELOCE E’ ITALIANO

Per una volta l’Italia ha un primato di tecnologia di internet. Il record mondiale di velocità di internet è italiano: più di mille gigabit al secondo !!!

Il record è stato ottenuto da una partnership tra l’Ericsson e l’stituto di Tecnologie della Comunicazione dell’Informazione e della Percezione (TeCIP) della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

internet,velocità,rete,tecnologie,recordNelle scorse settimane i ricercatori avevano dimostrato, primi al mondo, che gli apparati di ultima generazione, progettati e realizzati a Pisa per funzionare fino a 448 Gigabit al secondo per canale, possono essere impiegati nei sistemi installati e coesistere con il traffico reale.

La sperimentazione è stata condotta in una porzione di rete spagnola, messa a disposizione dal gestore Telefonica, tra le città di Granada e Jaen, grazie ad apparati commerciali di Ericsson insieme ai prototipi realizzati a Pisa.

I dati sono stati trasmessi con successo per una distanza di circa 300 chilometri. Ma nei laboratori di Pisa il record mondiale di velocità di 448 Gigabit al secondo per canale è stato superato di nuovo, portando la velocità di trasmissione a più di 1000 gigabit e introducendo una innovativa tecnologia di elaborazione dei segnali e di codifica.

I vantaggi della rete internet superveloce saranno significativi: essa permetterà di incrementare il numero di utenti, con riduzione dei costi, e di offrire una velocità di connessione superiore. Con il sistema progettato dai ricercatori di Pisa, sviluppato da Ericsson e che è stato utilizzato in Spagna sulla rete di Telefonica, in appena un secondo e su un unico canale è stato possibile trasmettere l’equivalente di oltre 300 film in alta definizione, 30mila film in qualità standard, gestire 500mila collegamenti Adsl a 20 megabit oppure 120 milioni di videochiamate o due miliardi di telefonate standard.

PAGAMENTI SICURI PER L’ECOMMERCE CON ON SHOP

Semplicità e sicurezza. È questo il binomio che caratterizza OnShop, il buono spesa «usa e getta» che consente di fare shopping online. Primo progetto italiano di questo genere, consente di acquistare in Rete su tutti i siti convenzionati a tutti coloro che non sono in possesso di una carta di credito o che non vogliono utilizzarla online. Si presenta come un tipico scontrino su cui è stampato un Pin e il suo utilizzo è immediato: si naviga su uno dei siti web aderenti al circuito OnShop, si seleziona il prodotto da acquistare ed al momento del pagamento si inserisce il Pin.

Non è ricaricabile ed è disponibile in vari tagli, acquistabili nei punti vendita Lottomatica Italia Servizi presenti su tutto il territorio nazionale. Dunque, non essendo necessario comunicare i numeri della propria carta di credito, si elimina del tutto quello che costituisce, per molti, il principale ostacolo in termini di fiducia rispetto allo shopping sul web, acquistando direttamente presso la rete Lis – Lottomatica Italia Servizi.

«Secondo recenti stime, nel nostro Paese sono circa 22 milioni gli utenti Internet. Di questi – afferma Claudio Castellani, Presidente del Gruppo Intermatica e ideatore di OnShop – circa 8 milioni acquistano in maniera abituale in rete, mentre i restanti 14 milioni, ad oggi, non prendono neanche in considerazione questa opzione. Il dato più significativo, tuttavia, se si considera anche quanto accade negli altri Paesi dove è maggiore la familiarità con il web, è che coloro che non acquistano online perchè non si fidano ad usare la propria carta di credito si attestano intorno ai 4 milioni».
(fonte: Adnkronos)

http://www.on-shop.it/

NOVITA’ ITALIANA PER L’ECOMMERCE

La nuova tecnologia per l’E-commerce arriva dall’Italia, si chiama Ulook edè stata creata da tre ragazzi genovesi.

mi5Z1Am.jpgUlook permette di provare un vestito senza entrare nel camerino di un negozio, a semplicemente toccando lo schermo di un tablet.

L’idea è stata presentata a Genova duramte un incontro promosso da «Mind the Bridge Italy Tour 2012», fondazione nata per promuovere l’imprenditoria hi-tech dei giovani talenti.

La fondazione è diretta dal manager di Google Italia Marco Marinucci, genovese emigrato da dieci anni per lavoro nella Silicon Valley, che ha presentato, tra le altre, anche questa nuova possibilità offerta dal web.

L’idea – è stato spiegato – mira a rivoluzionare l’esperienza del cliente nel mercato dell’ecommerce, permettendogli di provare in tempo reale i capi disponibili a catalogo in modalità virtuale.

È possibile cioè provare il capo che si intende acquistare semplicemente facendo una sovrapposizione fra l’immagine del prodotto in catalogo (già inserito nel computer) e l’immagine del cliente le cui misure sono state riprodotte e «calcolate» attraverso una pellicola trasparente multimediale touch screen.

L’idea, e la conseguente tecnologia, è stata messa a punto da tre giovani laureati all’Università di Genova: Martina Vento, 28 anni, laureata in Relazioni internazionali; Elisabetta Migone, 32 anni, ingegnere meccanico; Davide Porcelli, 31 anni ingegnere delle telecomunicazioni, che aspira ad aggiudicarsi un posto quest’estate alla Startup School di Mind the Bridge a San Francisco. (Ansa)

OLIVETTI LANCIA IL NUOVO TABLET MADE IN ITALY

Olivetti lancia il nuovo tablet made in Italy, in realtà il nuovo OLIPAD3 sarà disponibile a partire dal 28 maggio. 

Olipad_01.jpgIl tablet Olipad Graphos è dotato di sistema operativo Android 4.0 di Google con processore da 1,0 GHz Nvidia Tegra 2, RAM da 1 GB e memoria di massa da 16 GB, con supporto per memory card fino a 32 GB. Ha un display multitouch LCD da 8” in formato 4:3 con tecnologia IPS, risoluzione HD di 1024 x 768 pixel, connettività 3G e WiFi e porta USB host con connettore standard.

Olipad Graphos utilizza uno speciale sensore che permette di scrivere, con l’apposita penna in dotazione, su tutta la superficie dello schermo e consente non solo di prendere appunti e compilare moduli ma anche di acquisire la firma cosiddetta “biometrica”(o grafometrica) di un cliente direttamente sul documento in formato digitale, con pieno valore legale di tale sottoscrizione.

La casa produttrice di Ivrea (TO) dichiara che l’Olipad 3 non sarà concorrente di Apple ma sarà rivolto ad un pubblico business.

La Olivetti, storico marchio piemontese, ora di proprietà di Telecom Italia punta alla vendita del pacchetto completo (device, applicazioni e servizi) per garantirsi la giusta marginalità e non entrare in concorrenza con il mercato tablet consumer.

http://www.olipad.it/

HONDA INVENTA IL VEICOLO DEL FUTURO

La Honda inventa il veicolo del futuro, ci aveva già provato la Microsoft qualche hanno con un discreto successo.Ma questo nuovo veicolo della casa giapponese è molto più bello e (sembra) facile da utilizzare.

Qualcuno, in modo un po’ irriverente lo ha chiamato lo “sgabello a motore”, ma l’Honda U3-X è molto di più.

Ha una ruota a trazione elettrica in alto ha una maniglia per il trasporto ed un piccolo sedile estraibile. Nella parte bassa due poggiapiedi permettono di mantenere la stabilità anche da fermi. Grazie alla tecnologia dei sensori di inclinazione derivati dal robot umanoide Asimo per muoversi basta spostare il peso nella direzione desiderata mentre la Honda Omni Traction Drive, una ruota composta da tante piccole rotelle con motori indipendenti, consente di andare anche in diagonale o di lato.

L’Honda U3-X è anche molto piccolo se pensate che misura solo 31,5×16,0x65,0 centimetri e pesa meno di 10 kg. La velocità massima di 6km/h. Per comandarlo, all’Honda U3-X basta un piccolo movimento del corpo o un cambio di peso.

Un bel gioiellino di tecnologia l’Honda U3-X che permette una grande libertà nella mobilità individuale e che potrebbe aprire prospettive nuove anche inaltri settori.

Per maggiori informazioni sull’Honda U3-X potete visitare il sito ufficiale della Honda http://world.honda.com/news/2009/c090924New-Personal-Mobility-Device/index.html

Per tutte le novità e curiosità dal mondo della tecnologia invece ventite a visitare spesso il nostro blog tecnologia-computer.myblog.it 

GOOGLE CHROME VULNERABILE

Google Chrome sembrava essere il browser con la tecnologia più inviolabile al mondo.

L’anno scorso era stato l’unico a resistere agli attacchi del concorso Pwn2Own, ma quest’anno proprio Chrome è stato il primo ad essere violato nella nuova edizione del concorso dedicato alle vulnerabilità degli strumenti per navigare su Internet.

Crystal_Project_Antivirus.png

Negli ultimi due anni, il browser di Google era sembrato inviolabile e l’azienda è diventata piuttosto sicura di sé,

Ultimamente il motore di ricerca era diventato talmente sicuro del suo prodotto che aveva offerto una somma di 60.000 dollari agli hacker che fossero riusciti a superare le protezioni del suo software. L’idea era nata dalla necessità di testare la sicurezza del suo motore di ricerca, aveva spiegato il gigante di Mountain View lanciando la sfida.

A far capitolare il browser in pochi minuti è stato il team di Vupen, ma l’attacco era stato studiato per sei mesi prima dell’evento, ospitato all’interno della conferenza CanSecWest a Vancouver.

I feed della diretta su Twitter, che ha seguito la competizione iniziata mercoledì alle 12, indicano che Safari è stato il successivo a cadere, ancora una volta per mano dello stesso gruppo francese. Al Pwn2Own, la squadra è arrivata preparata per penetrare le difese di tutti e quattro i principali browser – Google Chrome, Microsoft Internet Explorer, Apple Safari e Mozilla Firefox – ma Chaouki Bekrar, uno dei fondatori, ha spiegato su ZdNet che la decisione di abbattere Chrome per primo è stata una tattica deliberata: «Volevamo dimostrare che Chrome non è indistruttibile. L’anno scorso, molti titoli dicevano che nessuno avrebbe potuto hackerare Chrome. Abbiamo voluto assicurarci che fosse il primo a cadere quest’anno».