OLIVETTI LANCIA IL NUOVO TABLET MADE IN ITALY

Olivetti lancia il nuovo tablet made in Italy, in realtà il nuovo OLIPAD3 sarà disponibile a partire dal 28 maggio. 

Olipad_01.jpgIl tablet Olipad Graphos è dotato di sistema operativo Android 4.0 di Google con processore da 1,0 GHz Nvidia Tegra 2, RAM da 1 GB e memoria di massa da 16 GB, con supporto per memory card fino a 32 GB. Ha un display multitouch LCD da 8” in formato 4:3 con tecnologia IPS, risoluzione HD di 1024 x 768 pixel, connettività 3G e WiFi e porta USB host con connettore standard.

Olipad Graphos utilizza uno speciale sensore che permette di scrivere, con l’apposita penna in dotazione, su tutta la superficie dello schermo e consente non solo di prendere appunti e compilare moduli ma anche di acquisire la firma cosiddetta “biometrica”(o grafometrica) di un cliente direttamente sul documento in formato digitale, con pieno valore legale di tale sottoscrizione.

La casa produttrice di Ivrea (TO) dichiara che l’Olipad 3 non sarà concorrente di Apple ma sarà rivolto ad un pubblico business.

La Olivetti, storico marchio piemontese, ora di proprietà di Telecom Italia punta alla vendita del pacchetto completo (device, applicazioni e servizi) per garantirsi la giusta marginalità e non entrare in concorrenza con il mercato tablet consumer.

http://www.olipad.it/

HONDA INVENTA IL VEICOLO DEL FUTURO

La Honda inventa il veicolo del futuro, ci aveva già provato la Microsoft qualche hanno con un discreto successo.Ma questo nuovo veicolo della casa giapponese è molto più bello e (sembra) facile da utilizzare.

Qualcuno, in modo un po’ irriverente lo ha chiamato lo “sgabello a motore”, ma l’Honda U3-X è molto di più.

Ha una ruota a trazione elettrica in alto ha una maniglia per il trasporto ed un piccolo sedile estraibile. Nella parte bassa due poggiapiedi permettono di mantenere la stabilità anche da fermi. Grazie alla tecnologia dei sensori di inclinazione derivati dal robot umanoide Asimo per muoversi basta spostare il peso nella direzione desiderata mentre la Honda Omni Traction Drive, una ruota composta da tante piccole rotelle con motori indipendenti, consente di andare anche in diagonale o di lato.

L’Honda U3-X è anche molto piccolo se pensate che misura solo 31,5×16,0x65,0 centimetri e pesa meno di 10 kg. La velocità massima di 6km/h. Per comandarlo, all’Honda U3-X basta un piccolo movimento del corpo o un cambio di peso.

Un bel gioiellino di tecnologia l’Honda U3-X che permette una grande libertà nella mobilità individuale e che potrebbe aprire prospettive nuove anche inaltri settori.

Per maggiori informazioni sull’Honda U3-X potete visitare il sito ufficiale della Honda http://world.honda.com/news/2009/c090924New-Personal-Mobility-Device/index.html

Per tutte le novità e curiosità dal mondo della tecnologia invece ventite a visitare spesso il nostro blog tecnologia-computer.myblog.it 

GOOGLE CHROME VULNERABILE

Google Chrome sembrava essere il browser con la tecnologia più inviolabile al mondo.

L’anno scorso era stato l’unico a resistere agli attacchi del concorso Pwn2Own, ma quest’anno proprio Chrome è stato il primo ad essere violato nella nuova edizione del concorso dedicato alle vulnerabilità degli strumenti per navigare su Internet.

Crystal_Project_Antivirus.png

Negli ultimi due anni, il browser di Google era sembrato inviolabile e l’azienda è diventata piuttosto sicura di sé,

Ultimamente il motore di ricerca era diventato talmente sicuro del suo prodotto che aveva offerto una somma di 60.000 dollari agli hacker che fossero riusciti a superare le protezioni del suo software. L’idea era nata dalla necessità di testare la sicurezza del suo motore di ricerca, aveva spiegato il gigante di Mountain View lanciando la sfida.

A far capitolare il browser in pochi minuti è stato il team di Vupen, ma l’attacco era stato studiato per sei mesi prima dell’evento, ospitato all’interno della conferenza CanSecWest a Vancouver.

I feed della diretta su Twitter, che ha seguito la competizione iniziata mercoledì alle 12, indicano che Safari è stato il successivo a cadere, ancora una volta per mano dello stesso gruppo francese. Al Pwn2Own, la squadra è arrivata preparata per penetrare le difese di tutti e quattro i principali browser – Google Chrome, Microsoft Internet Explorer, Apple Safari e Mozilla Firefox – ma Chaouki Bekrar, uno dei fondatori, ha spiegato su ZdNet che la decisione di abbattere Chrome per primo è stata una tattica deliberata: «Volevamo dimostrare che Chrome non è indistruttibile. L’anno scorso, molti titoli dicevano che nessuno avrebbe potuto hackerare Chrome. Abbiamo voluto assicurarci che fosse il primo a cadere quest’anno».