FACEBOOK RICOMPENSA CHI TROVA I BUG

Facebook, il più grande social network della rete, offre da 500 a 5.000 dollari a chi riesce a forzare le protezioni e segnalare gli errori. 

Certo dovete essere degli hacker, ma per quelli che l’hanno già fatto sembra che l’azienda di Mark Zuckerberg abbia già dovuto pagare 40.000 dollari in soli 20 giorni. Qiundi le falle in Facebook non mancavano!!!

MarkZuckerberg.jpg

Nonostante i suoi tantissimi collaboratori interni Facebook continuava a ricevere segnalazioni dall’esterno di problemi al software, ecco trovata un soluzione 2.0!

 

Nella foto Mark Zuckerberg il creatore di Facebook.

IL TABLET DI AMAZON

Il nuovo tablet di Amazon per il momento è solo un “rumors” ma di quelli che difficilemente verranno smentiti. 

 

La battaglia sui tablet è aperta, se la Samsung cerca di battagliare sul fronte della qualità e della tecnologia contro il dominatore I-PAD, sembra che Amazon punterà ad un modello economico probabilmente derivato dal suo Kindle ma che potrà fare molte più cose oltre che ovviamente scaricare e leggere libri. Il sistema operativo sarà sicuramente Android.

Il prezzo di uscita del nuovo tablet di Amazon sembra essere di 299 dollari anche se il suo lancio sembra previsto per ottobre (negli USA).

Dopo l’abbandono di Steve Jobs alla guida della Apple i concorrenti sono sempre più intenzionati ad attaccare il predominio dell’azienda californiana nei tablet e negli smartphone.

COS’E’ UN SISTEMA OPERATIVO

Il sistema operativo è il programma (software) più importante del computer. Senza il sistema operativo nessun programma girerebbe su quel  computer.

SO_Comparacao_2011.png?uselang=it

Esso quindi funge da “base” al quale si appoggiano gli altri software, che dunque dovranno essere progettati in modo da essere riconosciuti e supportati da quel particolare sistema operativo. Per sistema operativo intendiamo quindi l’insieme dei componenti software che hanno il duplice scopo di gestire le risorse hardware e software del computer e far comunicare questo con l’utente.

 I sistemi operativi più famosi sono: Windows della Microsoft, MAC OS della Apple, Linux e PC DOS della IBM.

 

 

Per saperne di più:

COS’E’ LINUX?

Linux è un guppo di sistemi operativi liberi o come si dice in gergo open source. 

Linux è anche un sistema operativo per server e fa funzionare i dieci supercomputer più veloci nel mondo. 

Tux.svg

Linux, in realtà, è il nome del  kernel sviluppato da Linus Torvalds a partire dal 1991 che, integrato con i componenti già realizzati dal progetto GNU (compilatore GCC, libreria glibc e altre utility) e da software di altri progetti, è stato utilizzato come base per la realizzazione dei sistemi operativi open source e delle distribuzioni che vengono normalmente identificate con lo stesso nome.

In origine Linus Torvald aveva chiamato la sua creazione Freax un misto delle parole inglesi free, freak (mostro) e x (in riferimento al sistema operativo Unix dal quale nasceva). Quando però si trattò di caricare il file del primo kernel sul server ftp dell’università di Helsinki un collega lo salvò come Linux (Linus più la x di Unix), nome inizialmente scartato da Torvalds perché gli sembrava egocentrico.

 La filosofia di Linux è di lasciare “aperto” alle modifiche il cuore del programma, in modo che i programmatori possano apportare modifiche e migliorarlo continuamente. L’esempio più eclatante è il sistema operativo Android che deriva proprio da Linux. Ma ogni volta che facciamo una ricerca con Google o con Amazon utiliziamo dei server su cui funziona Linux.

La Dreamworks, a partire dal film Shrek, ha iniziato a usare computer con il pinguino per gestire la grafica 3D e alcuni effetti speciali. La LucasFilm ha fatto lo stesso con Star Wars – L’attacco dei cloni e per rimanere in tema citiamo Titanic, Il Gladiatore, Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re, e Avatar. Anche Matrix, ovviamente, è stato fatto con Linux. Non solo Hoolywood, l’eco di Linux è arrivata fino a Wall Street: i server del Nasdaq infatti utilizzano Linux, così come quelli delle borse di Milano e Londra.

Molti enti pubblici internazionali usano Linux o Ubuntu che è la sua variante più famosa per le loro caratteristiche di sicurezza e stabilità.

Bisogna ricordare però che Linux è solo il Kernel di un software più complesso che si chiama GNU(“GNU is Not Unix”) è un sistema operativo creato nel 1983 da Richard Stallman e sviluppato dalla comunità che aderisce al progetto GNU.

Gli utenti di Linux hanno una propria comunità che si sviluppa su base locale. I Linux User Group, che in Italia hanno la loro  LugMap, raccolgono gli appassionati e sono impegnati nella diffusione dell’open source. Ogni anno i Lug organizzano il Linux Day.

ATTENZIONE AL NUOVO VIRUS INFORMATICO

Un nuovo virus informatico si sta sviluppando nella rete: oggi il CNAIPIC – Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture critiche del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni ha verificato l’esistenza di una nuova versione del trojan “Ransomware”, purtroppo noto a molti utenti della rete per averli colpiti già dal 2006 con le precedenti versioni.

Credit-cardsQuesto tipo di malware quando colpisce le vittime ne impedisce l’utilizzo del computer per poi richiedere un codice di sblocco, ottenibile collegandosi a siti che richiedono l’acquisto di beni o servizi a pagamento, realizzando una vera e propria estorsione.

In alcune delle precedenti versioni, infatti, la vittima veniva costretta ad acquistare farmaci o altri prodotti su siti russi e solo successivamente veniva fornito il codice di sblocco. Nella versione attuale, il PC infetto mostra all’avvio il seguente messaggio:

Attention! Windows activation period is exceeded. This windows copy is illegal and not registered properly. The further work is not possible. For activating this copy of windows you must enter registration code. This code you can find in your windows distribution package. If you not find them you can receive it by the phone: 899 021 233 Registration code must be entered not later then three days, if it entered later the unlocking is not possible.

Di fatto il PC non subirà alcun danno significativo, ma se la vittima dovesse telefonare al numero visualizzato nel messaggio spenderebbe €1,75 al minuto e non riceverebbe alcun codice, ma verrebbe semplicemente reindirizzato ad un altro servizio telefonico a pagamento.

Gli utenti italiani non sono i soli destinatari della truffa, perché il malware è programmato per riconoscere la provenienza geografica e la lingua del target, pertanto sono previste numerazioni anche per utenti di Austria, Belgio e Svizzera, per i quali la Polizia di Stato, attraverso il CNAIPIC, ha già inoltrato la segnalazione alle competenti Autorità. Inoltre, oltre alle attività di indagine volte ad identificare l’autore della truffa, è stata avviata la procedura per l’inibizione dell’utenza 899 021 233, affinché non vi possano essere ulteriori danni per gli utenti della rete.

 

STEVE JOBS L’ARTISTA DEL FUTURO

Steve Jobs è nato da padre siriano e madre americana il 24 febbraio 1955. Affidato appena nato ad altri genitori californiani perché probabilmente i genitori naturali non erano ancora pronti per avere un figlio. Diplomato ABBANDONO’ l’università per iniziare a lavorare all’Atari.

Steve_Jobs_Headshot_2010-CROP.jpg

 

 

 

Il suo più grande pregio è quello di “vedere il futuro” della tecnologia prima di tutti. Fu così quanado insieme al suo amico Steve Wozniak se ne andò dalla Atari e fondò la Apple nel garages dei genitori.

 

 

Apple_I.jpg

 

Nel 1977 Jobs e Wozniak lanciarono il primo personal computer destinato a conoscere una diffusione di massa: l’Apple II. Le vendite toccarono il milione di dollari.

Da allora Steve Jobs e la Apple hanno rivoluzionato il mondo dei computer e della tecnologia inventando il primo sistema operativo a icone e finestre, l’Apple Macintosh.

Venne poi la volta della distribuzione della musica distribuita in digitale, nel 2001 vennero lanciati sul mercato l’I-Pod e I-Tunes.

Attualmente l’iPod è il lettore multimediale più venduto al mondo, con una quota di mercato superiore all’80%, mentre iTunes Store è il “mercato” digitale più usato al mondo, con 10 miliardi di brani venduti.

 Poi viene la storia recentissima, con il fenomeno I-Phone che dal 2007 viene commercializzato da Apple. L’I-Phone ha profondamente cambiato il mondo dei telefoni cellulari inventando lo smartphone. I-Phone funziona con un solo tasto, attraverso un touchscreen e prevede anche le funzioni di navigazione su Internet tramite Wi-Fi (come un computer notebook), fotocamera, lettore di file multimediali (audio, video, immagini).  

Il 27 gennaio 2010, Steve Jobs, alla conferenza Apple allo Yerba Buena Center for the Arts Theater di San Francisco, dopo una attesa reclamata a più voci da fan e media, presenta il tablet targato Apple, I-Pad. Alla base raccoglie il successo dell’iPhone, di nuovo introduce l’iBookstore, piazzando l’iPad come gestore e visualizzatore di libri e contenuti cartacei. Non importa se adesso sembra che ci sia un’antenato dell’I-Pad addirittura del 1968, Steve Jobs l’ha prodotto in serie e l’ha venduto a milioni di persone.

 Il 24 agosto 2011 Steve Jobs, l’artista del futuro, si dimette per problemi di salute e lascia il suo incarico di amministratore delegato di Apple annunciando di volere chiedere al Consiglio di Amministrazione di nominarlo presidente e raccomanda la conferma Tim Cook come suo successore e nuovo CEO di Apple.

Oggi la Apple è la società con più valore di capitalizzazione in borsa. Ma non è per il valore economico che il marchio della “mela morsicata” viene riconosciuto in tutto il mondo. La Apple è famosa per il design che contraddistingue tutti i suoi prodotti dal piccolo I-Pod al tablet.

Steve Jobs è famoso per essere un artista, con luci ed ombre nella sua storia. Come molti artisti sa guardare avanti e concretizzare le sue idee. Più di altri Steve Jobs sa portare il futuro alla portata di tutti.

 

L’ANTENATO DELL’ I-PAD

E’ stato trovato l’antenato dell’I-Pad e di tutti i tablet che oggi vanno tanto di moda. Stanley Kubric L’aveva già scoperto e messo nel film capolavoro “2001 Odissea nello Spazio” nel 1968…

Adesso sembra che la Samsung voglia usare il film come prova nella causa contro Apple. L’azienda di Jobs infatti accusa la Samsung di aver copiato il suo tablet.

 Troppo simile il Galaxy Tab all’I-Pad, vedremo se i giudici accetteranno la prova!

COS’E’ UN SOCIAL NETWORK

I social network ( o reti sociali in italiano) sono la grande novità di internet, quello che viene anche definito web 2.0

Social_Networking.png

Sostanzialmente non sono altro che un gruppo di persone che comunicano, la definizione è semplicissima ma dietro si nasconde una grande rivoluzione della tecnologia

Il punto sta in quanto sono grandi questi GRUPPI che comunicano e COME comunicano. 

I social network più famosi sono sicuramente Facebook e Twitter, ma anche tutte le piattaforme per i blog sono dei social network anche se non “orizzontali” come i primi due ma c’è sempre un blogger che posta i commenti (come sto dacendo io adesso) e altri che seguono e commentano i post.

Secondo la definizione data dagli studiosi Boyd-Ellison si possono definire siti di reti sociali (social network sites) quei servizi web che permettono: la creazione di un profilo pubblico o semi-pubblico all’interno di un sistema vincolato, l’articolazione di una lista di contatti, la possibilità di scorrere la lista di amici dei propri contatti.

Oggi poi grazie agli smartphone usare i social network è diventatato ancora più facile anche quando siamo in giro, non necessariamente bisogna essere davanti ad un computer per andare su Facebook o su Google+.

I social network stanno diventando sempre più importanti anche per la pubblicità su internet, sempre più aziende infatti ottengono risultati eclatanti facendo pubblicità sui siti di social network.

COS’E’ TWITTER

Twitter_logo.svgTwitter è un social network gratuito, si caratterizza rispetto a Facebook per le brevità dei messaggi che si possono postare, al massimo 140 caratteri. 

Twitter fornisce agli utenti una pagina personale aggiornabile tramite messaggi di testo con una lunghezza massima di 140 caratteri. Gli aggiornamenti possono essere effettuati tramite il sito stesso, via SMS, con programmi di messaggistica istantanea, posta elettronica, oppure tramite varie applicazioni basate sulle API di Twitter.

Twitter è stato creato nel marzo 2006 dalla Obvious Corporation di San Francisco. Il nome “Twitter”, corrispondente sonoro della parola tweeter, deriva dal verbo inglese to tweet che significa “cinguettare”. Tweet è anche il termine tecnico degli aggiornamenti del servizio.

I tweet che contengono esattamente 140 caratteri vengono chiamati twoosh. Gli aggiornamenti sono mostrati istantaneamente nella pagina di profilo dell’utente e comunicati agli utenti che si sono registrati per riceverli. È anche possibile limitare la visibilità dei propri messaggi oppure renderli visibili a chiunque.

Al contrario di Facebook che fattura miliardi e tra poco forse sarà anche quotata in borsa Twitter non sembra avere finalità di lucro o almeno così dichiara il suo fondatore Evan Williams, co-fondatore e amministratore delegato di Twitter:  La società al momento mira a creare valore, non entrate. Il dubbio che resta è comunque cosa facciano dei miliardi di dati contenuti nei tweet!

 

SMARTPHONE A CONFRONTO

 State attenti a non partire per le vacanze senza smartphone!  Nessuno vuole rinunciare ai telefonini di ultima generazione.  Per spedire mail, connettersi a facebook, fotografare, ecc… Per aiutarvi a scegliere, abbiamo messo a confronto alcuni tra i modelli più diffusi, più nuovi e con la tecnologia più avanzata attualmente in commercio. Non abbiamo considerato Nokia, che lancerà i primi Windows Phone solo in autunno e attualmente si trova in mezzo al guado, con il modello più interessante annunciato ma probabilmente non destinato a vedere mai la luce. Esclusi anche iPhone e Blackberry, ci siamo concentrati solo su modelli Android di fascia alta e medio-alta, perfetti per le applicazioni multimediali, i giochi e per collegarsi al web. Tutti motivi per cui il 93 per cento degli italiani trova irrinunciabile il telefonino, ma poi solo una parte assai più bassa lo usa per telefonare. 


LG Optimus Dual

Non particolarmente elegante, non particolarmente robusto, ma in compenso più economico dei concorrenti diretti. Questo il nuovo Lg Optimus Dual, basato su piattaforma Tegra 2, quindi con doppio processore. Nella versione che abbiamo provato era installato il sistema operativo Android 2.2, quindi non la versione più recente. Lo schermo è buono, ma non il migliore del gruppo. Discreta l’autonomia (si arriva a un giorno e mezzo), qualche incertezza nell’uso dovuta al software. Come per la maggior parte degli altri smartphone, nella confezione non è inclusa la scheda Sd. Una delle caratteristiche più impressionti è certamente la possibilità di riprodurre i filmati e i giochi direttamente sulla tv in full hd con il cavetto Hdmi in dotazione. Da pochissimo è uscita anche la versione 3D, uno dei primi telefonini a permettere la visione in tre dimensioni senza occhialini.


 Prezzo: 499 euro
Voto: 7
Consigliato: per chi vuole risparmiare senza rinunciare a niente.

MISURE E DIMENSIONI
Peso: 139 gr.
Altezza: 124 mm.
Larghezza: 63 mm.
Profondità : 11 mm.
DISPLAY
Display: 4,0 pollici 480×800 pixel touch capacitivo.
AUTONOMIA
Batteria: Li-Ion 1500 mAh
Standby: 100 h
Conversazione: 4 h
HARDWARE E SO
S.O.: Android OS
Versione: 2.2 Froyo
Processore: Nvidia Tegra 2 AP20H 2×1 GHz (dual core)
RAM: 512 Mb
ROM: 256 Mb
MEMORIA
Interna: 8 GB
Esterna: microSD/SDHC fino a 32 GB
FOTOCAMERA
Fotocamera: 8 Mpx + 1,3 Mpx
Registrazione Video: Si
Risoluzione Video: 1080p a 30 fps

Motorola Atrix
Presentato a gennaio, è appena arrivato sul mercato italiano. Tecnologia Dual core, spesso e piuttosto pesante, ha un’aria molto “pro”. La particolarità è il lettore di impronte digitali che permette di accedere alle funzioni del telefono solo al proprietario. Funzionamento fluido, molto buona la ricezione e la chiarezza dell’audio. Lo schermo è nitido e luminoso, anche se i colori sono un po’ spenti. Nella media la dotazione di accessori, ma a pagamento sono disponibili una docking station con tre porte usb, telecomando e uscita Hdmi per usare l’Atrix come riproduttore multimediale. C’è poi una base per auto che trasforma lo smartphone Motorola in un ottimo navigatore (anche l’interfaccia cambia, con i tasti più grandi). Non abbiamo potuto provare il lapdock, con cui l’Atrix diventa un computer portatile con tanto di tastiera e display da 11,5 pollici. Buone le foto, grazie anche al doppio flash.

Prezzo: 599 euro
Voto: 6,5
Consigliato: per chi tiene alla privacy, per chi cerca un ottimo riproduttore multimediale da collegare alla tv.

MISURE E DIMENSIONI
Peso: 135 gr.
Altezza: 118 mm.
Larghezza: 64 mm.
Profondità : 11 mm.
DISPLAY
4 pollici, 540x960TFT Touchscreen capacitivo
AUTONOMIA
Batteria: Li-Ion 1930 mAh
Standby: 264 h
Conversazione: 8 h
HARDWARE E SO
Sistema operativo Android OS
Versione: 2.2.1
Processore: Nvidia Tegra 2 AP20H a 2×1 GHz (dual core)
RAM: 1.024 Mb
MEMORIA
Interna: 16 GB
Esterna: microSD e microSDHC fino a 32 GB
FOTOCAMERA
5,0 Mpx + VGA anteriore

Sony Ericsson Xperia Arc
In teoria sarebbe un passo indietro rispetto agli altri: ha un processore con un solo core, anziché due. Ma in pratica il Sony Ericsson è un apparecchio vincente: molto elegante, dal design originale, ha un display eccellente, dai colori vividi e naturali. Ottima la fotocamera (attenzione, solo posteriore: non sono possibili le videochiamate). L’interfaccia proprietaria è d’effetto ma non stanca, e anzi poter controllare Twitter, Facebook, messaggi e mail in un solo colpo d’occhio è certamente utile. Ottimo l’audio delle telefonate, grazie al doppio microfono, molto buona la reattività ai comandi. Fluidi i video, anche riprodotti su un televisore tramite Hdmi. Ha anche una sd card in dotazione (da 8 GB), ma non ha storage interno. E’ l’unico del gruppo ad avere un pulsante dedicato per la fotocamera. I difetti? Il prezzo e la qualità dei materiali: la plastica del display, ad esempio, si graffia facilmente.

Prezzo:569 euro
Voto: 7,5
Consigliato: per chi è attento al design, per chi usa lo smartphone al posto della fotocamera.

MISURE E DIMENSIONI
Peso: 117 gr.
Altezza: 125 mm.
Larghezza: 63 mm.
Profondità : 9 mm.
DISPLAY
Display:
4,2 pollici 480×854 pixel touch capacitivo
AUTONOMIA
Batteria: Li-Po 1500 mAh
Standby: 380 h
Conversazione: 6 h
HARDWARE E SO
S.O.: Android OS
Versione: 2.3 Gingerbread.
Processore: Qualcomm MSM8255 a 1 GHz, Adreno 205 GPU
RAM: 512 Mb MEMORIA
Interna: 512 Mb
Esterna: microSD e microSDHC fino a 32 GB
FOTOCAMERA
Fotocamera: 8,1 Mpx con stabilizzatore, face detection, geotagging, zoom digitale 2.46x. Risoluzione
Video: 720p a 30 fps

Samsung Galaxy S2
Lo smartphone top della casa coreana è in commercio da un paio di mesi ed è già tra i più venduti della categoria. Si fa presto a capire perché: sottile, leggero, con un eccellente schermo Amoled, è velocissimo nell’accensione e molto reattivo nell’uso, grazie al processore dual core a 1,2 GHz. Ha un’ottima fotocamera, seconda solo al Sony, e il miglior supporto Flash tra i modelli in prova. La batteria è sostituibile, come nella maggior parte dei concorrenti dell’iPhone; un altro punto a favore del Galaxy S2 è la memoria: 16 GB interni, espandibili con scheda micro Sd, utili per le foto e i filmati in full hd. L’interfaccia è quella di Android con qualche interessante personalizzazione, non invasiva. Per il prezzo, certamente il migliore del gruppo, e in assoluto uno dei modelli Android più interessanti attualmente sul mercato. Di più: il Galaxy S2 è al centro di una delle tante dispute legali tra Apple e Samsung: per i legali di Cupertino riprodurrebbe un po’ troppo da vicino le caratteristiche e l’interfaccia dello smartphone con la Mela. E non basterà un cavillo giuridico per aiutare le vendite del prossimo iPhone, atteso in autunno: il Galaxy S2 è il concorrente da battere.

Prezzo: 599 euro
Voto: 8,5
Consigliato: per chi cerca uno smartphone tuttofare, facile da usare, solido e veloce.

MISURE E DIMENSIONI
Peso: 116 gr.
Altezza: 126 mm.
Larghezza: 66 mm.
Profondità : 8 mm.
DISPLAY
Display: 4,27 pollici Super AMOLED Plus 480×800 touch capacitivo
AUTONOMIA
Batteria: Li-Ion 1650 mAh
Standby: 350 h
Conversazione: 5 h
HARDWARE E SO
S.O.: Android OS
Versione: 2.3 Gingerbread.
Processore: ARM Cortex-A9 a 2×1,2 GHz (dual core), chipset Orion, Mali-400MP GPU
RAM: 1.024 Mb
MEMORIA
Interna: 16 o 32 Gb
Esterna: microSD/SDHC fino a 32 GB
FOTOCAMERA
Fotocamera: Si (Doppia)
Tipo Fotocamera: 8,1 Mpx + 2,0 Mpx anteriore.
Risoluzione Video: 1080p a 30 fps

http://tecnologia-computer.myblog.it